07 giu 2016

I Comuni possono fare la raccolta rifiuti in proprio

I Comuni possono fare la raccolta rifiuti in proprio

Il 15 Marzo scorso il Consiglio di Stato ha definitivamente stabilito che i Comuni possono gestire in proprio la raccolta rifiuti senza dover affidarsi a gestioni esterne.
Si apre così una stagione in cui i Comuni con proprio personale e propri mezzi e le cosidette società "in house" (ovvero totalmente pubbliche) potranno avviare autonomamente la raccolta dei rifiuti urbani sui propri territori comunali senza più alcun tipo di speculazione gestionale.

Statistiche sui rifiuti Eurostat Dati estratti ad aprile 2015

Statistiche sui rifiuti Eurostat Dati estratti ad aprile 2015

La media europea dei rifiuti prodotti all’anno (2012) è di 475 chili procapite.
Di questi circa 135 kg (28,4%) sono stati avviati a riciclo; altri 135 Kg circa (28,4%) sono stati smaltiti in discarica; circa 129 Kg (27%) sono stati bruciati negli inceneritori; solo 76 Kg (16%) sono stati avviati a compostaggio.


Shares of packaging waste generated by weight, EU-28, 2013
Eurostat stima che il settore del packaging* influisca per 156,8 Kg/anno/procapite (33% sul totale rifiuti). La Germania ha il più alto tasso di recupero (97,7%) e il Belgio il più alto tasso di riciclaggio (78,7%), l'Italia recupera solo e ricicla solo il 58,8%; peggio di noi solo la Grecia, Cipro, Polonia, Lituania e Romania.

NB: La confezione di un prodotto è diventata a tutti gli effetti un media pubblicitario portatile e quindi parte del prodotto stesso, ampliando notevolmente la funzione primaria del packaging, che rimane sempre quella di contenere, muovere e proteggere le merci nel passaggio dal luogo della produzione a quello del consumo.

Nel periodo 2005-12 la quota di rifiuti composta da materie plastiche è aumentata dal 17,9% al 19,1%. Quella di carta e cartone è passata dal 38,6% al 40,0%. I metalli sono diminuiti dal 6,2% al 5,8%, la percentuale di vetro si è ridotta dal 21,0% al 19,9% mentre quella del legno è scesa dal 16,2% al 15,2%.

In Italia la produzione di RSU e assimilati è di 488 Kg/anno/pro-capite; la principale destinazione dei rifiuti italiani è la discarica per il 34% (166 Kg); il 28% (136,64 Kg) è stato riciclato; il 21% (102,48 Kg) incenerito; il 18% (87,84 Kg) è stato avviato a compostaggio. 

Secondo dati ISPRA, nel 2013 la percentuale di recupero degli imballaggi ha raggiunto il 77,5% contro il 96,8% del 2012 della Germania. 

Il principio del vuoto a rendere funziona in molti Paesi europei perché incentivati da contributi sia pubblici sia dei produttori, in Italia è invece scarsamente utilizzato propriao a causa di una normativa disincentivante. 
Trattamento dei rifiuti, 2012 (migliaia di tonnellate) Fonte: Eurostat
 * Packaging: definizione Eurostat "contenere, proteggere, maneggiare, consegnare e presentare una merce"; ovvero gli imballaggi primari per il trasporto e secondari per la conservazione delle merci; bottiglie di vetro, lattine di alluminio, confezioni per il cibo (monouso), pallet in legno, ma prevalentemente plastica, carta-cartone e poliaccoppiati.