23 giu 2016

Ambiente, rifiuti & co: cosa ne pensano gli italiani?

Ambiente, rifiuti & co: cosa ne pensano gli italiani?


Il 28 % degli italiani ritiene che la gestione dei rifiuti sia inefficiente e sarebbe una delle cause più importanti dell'inquinamento ambientale.
Il 20% dichiara che lo spreco di risorse sia uno dei grandi problemi del "bel paese".
I temi ambientali e le problematiche connesse alla tutela e salvaguardia interessano il 35% degli italiani. 
Sono questi alcuni dati che emergono dalla ricerca Lorien Consulting (in pdf) presentata il 22 giugno scorso 2016 al Forum Rifiuti di Legambiente.
Ma in dettaglio cosa pensano gli italiani in tema di rifiuti, economia circolare, recupero di materiali e risorse, sostenibilità, impegno e responsabilità civile?

La raccolta dei rifiuti urbani e degli assimilati (rifiuti speciali non pericolosi prodotti dalla aziende con meno di 10 addetti) è effettuata dal 43% degli intervistati; il 46% dichiara che la raccolta è ancora di tipo stradale e l'11% di tipo misto.
Le isole ecologiche sono conosciute dal 71% ma utilizzate solo dal 58% degli intervistati.

Cosa fare del rifiuto differenziato? 
Per il 48% occorre trattarlo per il riciclo; il 21% per modificarlo e riutilizzarlo per nuovi processi industriali; il 17% per produrre energia termica ed elettrica (quindi in sostanza buciarlo negli inceneritori!!!); smaltirlo in discarica è la risposta del 9% degli intervistati.
Alla richiesta su quali siano i soggetti più influenti in materia ambientale per il 57% degli intervistati sono i cittadini con i loro comportamenti; per il 36% le istituzioni locali (che invece dovrebbero essere i soggetti maggiormente influenti nelle scelte sostenibili); solo il 9 % sono le imprese private (quando invece sono le maggiori responsabili sia della produzione quantitativa dei rifiuti speciali pericolosi sia del degrado e dell'inquinamento ambientale).










Nessun commento :

Posta un commento