10 nov 2015

Ddl Ambiente approvato al Senato

L'Assemblea di Palazzo Madama, mercoledì 4 novembre, ha approvato con modifiche il ddl n. 1676, collegato ambientale.
Il DDl, recepisce e norma comportamenti e modalità di produzione legate alla green economy e alla economia circolare.
Il DDl prevede 35 milioni di euro per la mobilità sostenibile, tratta il tema degli appalti verdi, con i criteri ambientali minimi cui le pubbliche amministrazioni devono attenersi per gli acquisti, prevede la creazione di un fondo per gli interventi di bonifica negli edifici pubblici, misure per la gestione dei rifiuti, un programma per la mobilità sostenibile, norme sul fine vita del fotovoltaico, nuove norme per gli appalti verdi, misure per lo sviluppo dell’economia circolare, prevenzione del dissesto, fondi per le Aree Marine Protette e norme per le operazioni di dragaggio nei porti.
Il DDl prevede l'incentivazione della bici e del car sharing per la mobilità urbana con copertura assicurativa dell’Inail.
I principi dell’economia circolare basata sul riuso e sulla riqualificazione dovranno essere adottati nell'operato delle pubbliche amministrazioni.
E' prevista la reintroduzione del vuoto a perdere e il divieto di buttare in strada cicche di sigarette, scontrini e fazzolettini di carta.
Nelle nostre montagne potranno sorgere le “green community” e viene introdotto il marchio volontario “Made green in Italy” per certificare le produzioni ambientalmente sostenibili.
Misure specifiche verranno introdotte per contrastare il dissesto idrogeologico.

Nessun commento :

Posta un commento